sabato 23 febbraio 2013

Paperman

Se dovessi fare una classifica dei corti candidati agli Oscar di quest’anno metterei all’ultimo posto Fresh Guacamole, che non mi è piaciuto proprio. Carina l’idea che ogni oggetto si trasformi in un altro quando viene tagliato, ma per il resto mi sembra un minuto e mezzo sprecato a non dir niente. Al penultimo posto metterei The Longest Daycare, in cui la piccola Maggie Simpson tenta di salvare una farfalla. Lo trovo dolce e divertente, in perfetto stile Simpson, ma non penso sia da Oscar. Al terzo posto metterei il bellissimo Head Over Heels, che parla di come recuperare una vecchia storia d’amore. Al secondo invece Adam and Dog, che, a dir la verità, è quasi a pari merito con il mio preferito, ovvero con il corto della Disney che è stato proiettato nei cinema prima di Ralph Spaccatutto. Sto parlando di Paperman di John Kahrs, animatore che ha collaborato alla realizzazione di diversi film Pixar. Ora voi direte che sono prevedibile perché essendo fan della Disney da me ci si poteva aspettare solo questo. Ma cosa posso farci se è quello Disney a piacermi di più? È un caso, non sono di parte! Quando l’ho visto al cinema è stato come vedere il film di quando mi sono innamorata, di quando è arrivato lui portando quella nota di colore necessaria a rendere meno monotona e grigia la mia vita, di quando tutto ciò che mi sembrava impossibile è diventato possibile come per magia, allo stesso modo in cui degli aerei di carta possono prendere vita senza motivo. Ed è stato come innamorarsi di nuovo e più di prima!

Paperman è interamente in bianco e nero ed è animato grazie ad una nuova tecnica che fa un mix di computer grafica e animazione classica in due dimensioni, con un risultato davvero unico: si vedono i tratti a matita, ma i disegni non sono piatti, anzi, hanno la loro profondità! Le espressioni dei personaggi sono fatte così bene che sembrano quelle di attori in carne e ossa, e la colonna sonora si sposa perfettamente con i loro movimenti, tanto da far aumentare ancora di più quelle emozioni che si provavano già grazie ai loro gesti e ai loro sguardi.
Il corto dura 6 minuti e, oltre a far sognare con una bella storia d’amore, secondo me vuole dirci di prendere la vita con un po’ di ottimismo, perché l’impossibile può accadere in qualsiasi momento!

Dopo essere stato nelle sale cinematografiche è stato distribuito anche online e ne hanno parlato tantissimi siti e blog, ma chi non lo conoscesse ancora può rimediare a questa grave mancanza guardandolo qui. Per quanto mi riguarda, Paperman mi ha rubato il cuore e quindi nella corsa agli Oscar 2013 non può che essere il mio preferito!

EDIT del 25/02/2013: Alla fine ha vinto proprio Paperman e io sono felicissima! :D

8 commenti:

  1. Ti piace vincere facile, ammettilo xD Scherzi a parte, in effetti è davvero un corto stupendo :)
    E la nuova tecnica d'animazione è davvero notevole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giuro che non l'ho fatto apposta! XD Cerco sempre di essere imparziale, ma poi la Disney vince sempre, come se conoscesse i miei gusti e facesse film e corti su misura per me! XD

      Elimina
  2. E' stupendo tecnicamente, ha uno stile bellissimo e i volti dei personaggi esprimono molto bene le emozioni, ma personalmente non ho amato troppo il soggetto che sa un po' troppo di già visto... Non li ho ancora visti tutti, ma per ora il mio primo postoè Adam and dog (Paperman il secondo) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai scelto un corto altrettanto valido! Adam and Dog, mi piace tantissimo e se vincesse lui invece di Paperman sarei comunque felicissima!

      Elimina
  3. La Disney è capace rendere meravigliose e magiche anche le cose più semplici, ma in questo caso è riuscita ad aggiungere mille emozioni ad un qualcosa che è già meraviglioso e magico di per sè: l'amore! ♥
    Quando l'ho visto per la prima volta è stato un ridere, disperarsi e gioire quasi contemporaneamente, e sono o non sono le medesime emozioni dell'amore?
    In conclusione non posso che concordare con te: merita il primo posto! *_* E non ci si può far niente se la Disney non sbaglia mai! XD

    Poi... è bellissima l'interpretazione che hai dato alla storia: secondo me vuole dirci di prendere la vita con un po’ di ottimismo, perché l’impossibile può accadere in qualsiasi momento! È verissimo! *_*

    Quindi... complimenti per il post e per la scelta del vincitore! *_* Ovviamente adesso andrò a rivedermi il corto! XD

    P.S.: che carino il corto dei Simpson!! Come hai detto tu, non è da Oscar, però è davvero carino! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Disney sulle storie d'amore è imbattibile! :D
      Ieri ho scritto il post ascoltando la colonna sonora di Paperman, quindi se è uscito bene è merito suo! :P

      Elimina
  4. Mi è piaciuto molto, anche il fatto che il rossetto di lei prende colore solo sulla carta come a sottolineare il suo forte senso comunicativo.

    RispondiElimina
  5. Mi è piaciuto moltissimo, così delicato e dolce.
    Enormemente felice che il premio sia andato a questo adorabilissimo corto :)

    RispondiElimina

Grazie per aver letto il mio post e aver deciso di commentare! Per favore ricorda che dall'altra parte del monitor ci sono persone come te, perciò rispettane le opinioni anche se divergono dalle tue. Non spoilerare, ma se senti il bisogno di farlo, segnalalo! E ricorda di firmarti! I commenti anonimi finiranno nello spam e verranno cancellati. Grazie della visita! :)