venerdì 26 agosto 2011

AnoHana

A grande richiesta aggiorno dopo "solo" 15 giorni dall'ultimo post (incredibile!) e torno per parlarvi di Ano Hi Mita Hana no Namae wo Bokutachi wa Mada Shiranai (siete riusciti a leggere tutto di fila? XD), che significa “ancora non sappiamo il nome del fiore che vedemmo quel giorno” ed è il titolo di un anime che narra le vicende di sei ragazzi, amici fin dall’infanzia, che dopo la tragica morte di Menma smettono di frequentarsi e si riavvicinano solo a dieci anni di distanza, quando uno di loro inizia a vedere il fantasma dell’amica scomparsa.
Dalla trama sembra una serie triste e, in effetti, lo è perché tratta un tema delicato e toccante, ma ha anche momenti più leggeri e divertenti.  È formata solamente da 11 episodi ed è curata dallo stesso staff di Toradora, cosa che dovrebbe essere sinonimo di garanzia, ma per me non è stato completamente così. In pochissimi episodi è riuscita sì a commuovermi ed emozionarmi, ma non mi ha conquistata al 100%. Visto il tema trattato, mi aspettavo un approfondimento psicologico dei personaggi e una loro crescita, ma questi rimangono sempre identici. Sono traumatizzati così tanto dalla perdita della loro amica che i loro sentimenti sono gli stessi di quando erano bambini e tali rimangono per tutta la durata della serie. A parte la rivelazione sulla loro vera natura, tenuta nascosta fino agli ultimi episodi, non succede veramente nulla!
Altro aspetto che mi ha fatto storcere il naso riguarda il fantasma. Nel primo episodio viene posto il dubbio che sia un’allucinazione di Jintan, il solo in grado di vederlo, ma poi si capisce subito che si tratta di una presenza vera e propria. Per tutto il tempo i personaggi non fanno altro che litigare e dare del pazzo a Jintan, quando sarebbe stato molto più semplice che il fantasma si rivelasse subito anche agli altri e occupare il resto delle puntate a sviluppare meglio la trama.

L’aspetto che ha contribuito a farmi guardare con piacere questa serie è la colonna sonora. Il mio voto su myAnimeList (7), dipende soprattutto da quest’ultima perché è stata capace di enfatizzare le emozioni fatte provare dalle scene più coinvolgenti dell’anime. Io mi sono innamorata così tanto della sigla di chiusura che alla fine di ogni episodio la mettevo daccapo almeno altre 2 volte! *_* A parte la musica però, ho apprezzato anche il characters design, i disegni e i colori. Infine, altro punto secondo me a favore è che, nonostante sia di soli 11 episodi, ha un finale decente. Nessun mistero irrisolto o brutte sorprese! All’11esimo episodio si conclude tutto!

AnoHana (questo il nome abbreviato per noi comuni mortali non giapponesi! XD), secondo me risulta un capolavoro solo a chi dagli anime pretende poco. Agli esigenti come me invece consiglio di guardarla senza troppe aspettative, lasciandosi catturare dalla bellissima melodia che accompagna ogni puntata.

8 commenti:

  1. Wooowwww!! O_O È proprio vero che noi siamo sulla stessa lunghezza d'onda! O_O Hai scritto esattamente quello che pensavo anch'io! O_O

    L'anime all'inizio mi piaceva molto, per la storia più o meno originale e tutto quanto, ma poi si perde un po'.. e poi arriva il fatto che ti lascia completamente perplessa: perchè lei solo alla fine si palesa anche agli altri? Non poteva farlo prima invece di far sorbire al protagonista tutte quelle noie e "umiliazioni"?

    Non so.. anche la storia del "dover farlo piangere" non mi ha convinto per niente... soprattutto per il fatto che lui aveva pianto un sacco di volte prima che spuntasse fuori quella storia! O_O

    La fine-fine lo stesso non è troppo convincente, ma carina.

    Anch'io gli ho dato 8 su MAL, perchè nonostante tutti i difetti non posso negare che mentre storcevo il naso mi scendevano comunque le lacrime, quindi... :P

    Unico punto in cui discordiamo: io amavo alla follia la sigla di apertura, non quella di chiusura! XD

    P.S.: brava brava, posta posta!! *_* XD

    RispondiElimina
  2. La sigla di chiusura piace molto anche a me,infatti gli ho dedicato un post nel mio blog prima di parlare della serie vera e propria;anche a me non sono andati proprio a genio alcuni aspetti della serie,in particolare non potevo soffrire i due protagonisti,lei che aveva un doppiaggio adorabile ma che davvero non si reggeva coi suoi millemila Jin...

    .....

    .....

    .....

    ....tan....

    di ogni puntata,e lui che con quel suo sguardo perennemente perso nel vuoto si meritava una scarica di cazzotti ben superiore a quella che gli viene giustamente elargita da uno degli amiconi di un tempo;effettivamente,il modo scelto da Menma per rifarsi viva non era dei più indicati per far rifiorire l'armonia nel gruppo,se invece voleva portare a galla il rancore di ciascuno allora lo scopo è stato raggiunto in pieno;il finale poi è stato stucchevole al massimo,soprattutto per via di un desiderio che era una vera esagerazione di patetismo.

    RispondiElimina
  3. @Jul: Ho appena visto i post sul tuo blog! Adesso vengo a commentarli! :D Comunque hai ragione, quel "Jin...tan..." non si reggeva e il desiderio di Menma era veramente banale! Avrei preferito avesse disiderato riappacificare i suoi amici, visto che si erano allontanati a causa della sua morte.. ma niente!
    Peccato, aveva tutte le carte in regola per essere una bellissima serie.


    @Laefe: La storia del "dover farlo piangere" non ha convinto neanche me! Come dicevo nel commento precedente, avrei preferito che lo scopo di Menma fosse stato quello di riappacificare i suoi amici. Sarebbe stato banale allo stesso modo, ma sempre meglio dell'altro desiderio!
    Il voto alto gliel'ho dato anche io perché nonostante tutto mi ha fatto emozionare.. e poi le musiche sono davvero belle! *__*
    Sbagli a dire che discordiamo, perché l'opening piace tantissimo anche a me! :D

    RispondiElimina
  4. Beh sì,malgrado alcuni dettagli mi abbiano fatto un po' storcere il naso la serie nel complesso non mi è affatto dispiaciuta,però saranno state le aspettative esagerate,un po' di delusione c'è stata comunque.

    RispondiElimina
  5. Ma che dopo "solo" 15 giorni O_o Avrai voluto scrivere "ben" e c'è stato un lapsus XD
    Scherzi a parte, sono contenta di leggere un tuo nuovo post...manchi sai, nell'ambiente dei bloggers? E si, lo so che il tempo è poco e la vita reale impegna parecchio, ma volevo solo dirti che mi fa piacere quando publichi. Tutto qui ♥
    Di questo anime sto sentendo tanto parlare ed il chara mi piace davvero molto *-* Ma il fatto che la storia sia triste e che comunque non convince pienamente mi trattiene dall'andarlo a recuperare :P

    RispondiElimina
  6. Sì poi è comunque un anime superiore rispetto alle ciofeche che girano in questo periodo.. XD
    E adesso mi è venuta voglia di riascoltare l'opening!! *_* :P

    RispondiElimina
  7. Non conosco l'anime...e ne ho troppi di guardare XD! Però sono curiosa, vorrei vedere e ascoltare la sigla! Bellissima l'ultima immagine *__*

    RispondiElimina
  8. @Bri: La sigla è linkata nel mio post! ;)


    @Lit: Grazie mille Lit! *-* Anche a me manca essere nei blog! ç_ç Vorrei essere più presente, ma ho una pessima organizzazione e nel tempo libero finisco sempre per fare altro! Ho troppi hobbies! XD Devo trovare il modo di non trascurarne nessuno perché così non va bene! ç_ç
    Per quanto riguarda AnoHana ti consiglio di lasciar perdere perché ci sono moltissimi altri anime che meritano di essere visti. Un esempio è Hanasaku Iroha di cui ho appena pubblicato il post, ma potrei farti una lista infinita! Se hai bisogno di consigli, sai dove trovarmi! ;)

    RispondiElimina

Grazie per aver letto il mio post e aver deciso di commentare! Per favore ricorda che dall'altra parte del monitor ci sono persone come te, perciò rispettane le opinioni anche se divergono dalle tue. Non spoilerare, ma se senti il bisogno di farlo, segnalalo! E ricorda di firmarti! I commenti anonimi finiranno nello spam e verranno cancellati. Grazie della visita! :)