lunedì 22 febbraio 2010

Toradora!

Trama: Ryuuji è uno studente delle superiori che, nonostante la sua natura gentile e premurosa, viene sempre scambiato per un delinquente, tanto che gli altri studenti, nel dubbio, gli consegnano direttamente i loro soldi! XD
Taiga ha il problema opposto: nonostante sia piccina e carina come una bambola, ha un bruttissimo carattere ed è lei stessa a farsi evitare dagli altri.
I due non si conoscono, ma un giorno Ryuuji trova nella sua borsa una lettera d’amore che Taiga ha scritto al ragazzo che le piace e lei, accortasi dell’errore, gli entra in casa armata di katana e lo minaccia di morte! XD Da quel momento in poi il povero Ryuuji non se la toglierà più di torno (XD), ma dopo i primi attriti, diventerà suo complice e si aiuteranno a vicenda nella conquista delle persone amate.
 
Toradora non mi ha mai attirato. Avevo letto una recensione su un blog che non diceva nulla di utile, tranne che era una serie da non perdere, e visto sulla scheda di myAnimeList che aveva una media molto alta (8.55!), ma non ero del tutto convinta. Nonostante questo l’ho inserito nella mia lista plan to watch con l’intenzione di ripescarlo in futuro, durante una delle giornate in cui il mio umore sarebbe stato del tipo non mi ispira niente, guardiamo qualcosa a caso! XD Dopodiché.. me ne sono completamente dimenticata! X°D Oggi dico che metterlo nella plan to watch list è stata una fortuna, altrimenti mi sarei persa un serie veramente sorprendente! *O* Infatti se non fosse stato in quella lista, la mia cara Laefe-chan non mi avrebbe MAI regalato i dvd e io non avrei MAI divorato le puntate una dopo l’altra in soli 3 giorni! Era da tanto che non finivo una serie di 25 episodi in così poco tempo! Mi è piaciuta non tantissimo, di più!! *-* 
È un anime che parte come una semplice commedia scolastica, con i due protagonisti che non fanno altro che ammazzarsi dalla mattina alla sera e che poi, si sa, finiranno insieme, però man mano che le puntate proseguono la storia diventa più interessante e profonda: tutti i personaggi iniziano a mostrare quello che sono veramente, iniziano ad evolvere i rapporti fra l’uno e l'altro ed iniziano anche ad essere trattati temi più delicati come la solitudine, le difficoltà della crescita e i problemi con i genitori, il tutto affrontato con la stessa simpatia e comicità delle prime puntate, perciò potrebbe succedere che vi troviate a ridere e a piangere contemporaneamente! Ho detto piangere perché io mi sono commossa più volte. ç__ç  Vabbè, sorvoliamo! XD
Per concludere quindi, dico che la storia sembrava banale, ma si è rivelata tutt’altro. I personaggi sono strani, pazzi e imprevedibili! XD Perfino il pappagallo non è normale! XD Si ride dall’inizio alla fine e il lato romantico è molto sweet e kawaii! *-* I disegni, secondo il mio parere non sono il massimo, però i colori sono bellissimi! Insomma, vi consiglio di dargli una possibilità perché ne vale la pena. ^__-
 
Personaggio Preferito: Non c'è un personaggio che non mi abbia colpito, ma la mia preferita è Taiga perché in lei ho trovato qualcosa di me. Poi è troppo kawaii: ogni volta che arrossisce viene voglia di stritolarla! *.*
 


Anche se ora non sei quì,
salterò attraverso lo spazio-tempo e sarò sempre al tuo fianco.

domenica 21 febbraio 2010

A Short Love Story in Stop Motion

Altro cortometraggio animato scoperto per puro caso e che non potevo fare a meno di condividere con voi. *-* Spero vi piaccia, buona visione! ^__^




Per conoscere altri lavori di questo autore potete visitare il suo sito ufficiale.

venerdì 19 febbraio 2010

Argine

Ho appena scoperto questo cortometraggio animato in.. stop motion? Mmm.. è molto stop e molto poco motion, ma credo che definirlo tale vada bene lo stesso, o no? XD Comunque me ne sono innamorata, perciò non potevo evitare di pubblicarlo immediatamente sul mio blog per farlo conoscere a quanta più gente possibile! *___*
Purtroppo in rete non si trova nessuna informazione né sul corto né sull’autrice, tranne una piccola nota in cui c’è scritto che lei era una piccola ragazza con un gatto e un sogno e che anche il corto parla di una piccola ragazza con un gatto e un sogno.
Un cortometraggio che dà la prova che con l’immaginazione si riesce a fare tutto, anche sollevare castelli! Spero vi piaccia.


lunedì 8 febbraio 2010

Fullmetal Alchemist (manga e nuovo anime)

Fullmetal Alchemist Trama: In un mondo alternativo in cui l’alchimia è considerata una scienza, Edward ed Alphonse Elric, due fratelli che fin da bambini dimostrano grandi capacità in questa disciplina, tentano una trasmutazione umana, cioè di riportare in vita la madre morta di malattia. L'aver tentato di sconfinare in ambito divino però causerà la perdita del braccio destro ad Edward e dell'intero corpo ad Alphonse, il quale riuscirà a salvarsi in extremis grazie ad Ed che legherà l'anima del fratello ad un'armatura in cambio della sua gamba sinistra, nel pieno rispetto della Legge dello Scambio Equivalente, fondamento principale dell'alchimia. Inizia così il viaggio dei due fratelli per scoprire come riottenere i loro corpi.

Ciò che avete appena letto rappresenta solo la millesima parte di una trama  molto più complessa di quanto ci si possa aspettare o immaginare. Andando avanti, infatti, non riguarderà solo la ricerca dei fratelli Elric per riottenere i loro corpi, ma diventerà molto più articolata perché coinvolgerà la vita di un intero paese e di moltissimi altri personaggi.

Fullmetal Alchemist (manga cap.1)

Questo mondo scorre seguendo delle leggi che riusciamo a malapena ad immaginare. Comprendere quel flusso, scomporlo e poi di nuovo ricomporlo: questa è l'alchimia

Fullmetal Alchemist attualmente è il mio manga preferito e uno dei motivi è perché nella storia tutto è collegato. Qualsiasi evento, anche quello che sembra il più insignificante, fa parte di qualcosa di più grande. Potrebbe capitare, ad esempio, che un episodio accaduto nel primo volume, del quale si pensava “chiuso il discorso”, venga rinominato nel 15esimo o 20esimo e si scopra che in realtà non era come si credeva che fosse! Lo stesso vale per i personaggi: sono tutti implicati! E se dico tutti, intendo proprio tutti! NON SI SALVA NESSUNO!

Fullmetal Alchemist

Confesso che il primo volume non mi aveva convinto, ma per fortuna non ho interrotto la lettura e dopo pochissimi numeri mi sono ritrovata ad esserne conquistata al 100%!  Hiromu Arakawa, l’autrice, è veramente in gamba, riesce a rendere ogni volume più bello del precedente, senza far diventare i toni troppo seri o troppo comici, mantenendo un equilibrio fra scene commoventi e scene divertenti, e facendo proseguire la storia in un crescendo continuo, tenendo sempre viva l’attenzione con nuove rivelazioni. A differenza di altri che si regolano in base alle vendite, rovinando la storia con stupidi allungamenti di brodo, sono sicura che lei sapesse già dal principio dove andare a parare, altrimenti non si spiegherebbero tutti gli intrecci! Qualsiasi cosa è davvero curata nei minimi particolari: l’introspezione dei personaggi, i dialoghi, il modo in cui si svolgono e sono disegnare le scene… tutto quanto! Non riesco davvero a trovare difetti!

Fullmetal Alchemist Brotherhood

Lo stesso vale per l’anime, del quale esistono due versioni: la prima (che non ho ancora visto) è una storia che segue il manga solo fino all’ottavo volume, ma poi prende una direzione completamente diversa; la seconda, dal titolo Fullmetal Alchemist: Brotherhood, tranne per l’episodio pilot totalmente inventato, segue fedelmente l'opera originale. È stato cambiato solo l'ordine di alcuni avvenimenti, ma la storia, le sue atmosfere e quello che vuole comunicare non sono stati minimamente manomessi. Anche il character design è identico a quello dell’autrice e le musiche della colonna sonora si sposano benissimo con le scene da lei disegnate. Insomma, se non potete recuperare il manga per problemi economici fiondatevi sulla nuova versione dell’anime senza alcuna esitazione! Se vi preoccupa il genere, vi assicuro che non è il classico shounen (manga per un pubblico giovane maschile), c’è azione, sì, ma fa solamente da contorno ad una storia che secondo me è in grado di emozionare tutti: grandi, piccoli, ragazze e ragazzi.

fma cats

Per ottenere qualcosa è necessario dare in cambio qualcos’altro che abbia il medesimo valore. In alchimia è chiamato “Il Principio dello Scambio Equivalente”. A quel tempo noi eravamo sicuri che fosse anche la verità della vita. Invece il mondo reale è imperfetto e non esiste una legge che sia davvero in grado di spiegare tutto quanto. Eppure noi continuavamo a credere che l’uomo non possa ottenere niente se non paga un prezzo. Sicuramente la sofferenza che abbiamo patito è stata il prezzo che abbiamo pagato per ottenere qualcos’altro, e sono certo che chiunque si dia da fare, impegnandosi e faticando, in cambio può ottenere qualche cosa. Il Principio dello Scambio Equivalente non è il principio che regola il mondo, è soltanto la promessa che ci siamo fatti io e mio fratello, fino al giorno in cui ci rivedremo! (Alphonse Elric)