mercoledì 5 agosto 2009

Persepolis

 

"Nella vita conoscerai molti stronzi. Se ti feriscono pensa che è la stupidità che li spinge a farti del male, ti eviterà di ripagarli con la stessa moneta. Perché non c'è niente di peggio al mondo del rancore e della vendetta. Resta sempre integra e coerente con te stessa."



Trama: Teheran, 1978. Marjane è una "piccola teppista" di 8 anni, allegra, curiosa, spensierata e con tanti sogni nella testa. Molto presto, però, si troverà a dover sottostare a delle rigide regole che la privano di qualsiasi libertà: della libertà di ascoltare musica, della libertà di esprimersi come vuole, della libertà di mostrare la sua femminilità, della libertà di essere donna. I genitori, rendendosi conto che quello non è il posto adatto a lei, decidono di mandarla a vivere da sola in Europa nonostante la sua giovane età. Qui Marjane, senza nessuno su cui contare e abbandonata completamente a se stessa, avrà delle difficoltà di adattamento che la costringeranno a tornare nel suo paese natio, che nel frattempo è diventato ancora più restrittivo e liberticida di prima.

Persepolis è un film animato tratto dall’omonima graphic novel autobiografica di Marjane Satrapi. A parte poche scene in cui appare qualche colore, è interamente in bianco e nero e i disegni sono molto semplici e stilizzati. Disegni semplici che raccontano, attraverso le vicende di Marjane, la complessa storia di un intero paese dalla cultura millenaria che viene distrutto dal regime islamico. Persepolis insegna a noi occidentali come delle libertà, che riteniamo scontate e banali, non lo siano in altre parti del mondo, dove si viene addirittura uccisi per cercare di ottenerle. Un film che, ovviamente, fa riflettere, ma che nello stesso tempo diverte grazie alla presenza di personaggi molto ironici. Uno di questi è la nonna di Marjane, presenza importante che formerà il suo carattere e guiderà la sua crescita dandole dei preziosissimi consigli, i quali possono essere utili anche a tutti noi. Secondo me, è un film da non perdere per nessuna ragione, ma nel caso la mia recensione non vi abbia convinto abbastanza vi lascio con il trailer...
 



Curiosità: Persepolis è stato il primo fumetto iraniano della storia a venire pubblicato.

1 commento:

Grazie per aver letto il mio post e aver deciso di commentare! Per favore ricorda che dall'altra parte del monitor ci sono persone come te, perciò rispettane le opinioni anche se divergono dalle tue. Non spoilerare, ma se senti il bisogno di farlo, segnalalo! E ricorda di firmarti! I commenti anonimi finiranno nello spam e verranno cancellati. Grazie della visita! :)