mercoledì 29 ottobre 2008

Death Note, il finale alternativo fan-made

Death Note (Light)Ieri vi ho parlato del capitolo 109, lo speciale uscito ad un anno dalla conclusione del manga (se andate a leggere il post trovate anche il link al capitolo), oggi invece vi parlo del finale alternativo creato da un fan con un collage dei disegni originali e che potrebbe benissimo essere scambiato erroneamente  come opera degli autori (potete leggerlo qui). Ovviamente leggetelo solo se avete finito il manga perché è pieno di spoiler! Lo stesso vale per il mio post!

[SPOILER!! SPOILER!! SPOILER!! SPOILER!!]

Trama: Light è invecchiato e ormai stanco di interpretare Kira, perciò chiede a Ryuk di porre fine alla sua vita, ma per gli esseri umani che hanno usato il Death Note dopo la morte non c'è né il Paradiso né l'Inferno. Allora cosa ci sarà?

Questo capitolo racconta cosa succede a Light dopo che Ryuk l'ha ucciso col suo Quaderno. Colui che ha creato questo capitolo amatoriale secondo me è un genio perché è riuscito a dare a Light esattamente la fine che si merita! XD Una volta morto, infatti, Light si ritrova nel mondo degli Shinigami ed è costretto a rivivere tutte le morti delle persone che ha ucciso. Lui all'inizio è convinto di poter diventare uno Shinigami, invece… sorpresa! XD Muore e resuscita ripetutamente! Dopo la milionesima morte perde il senno (come se prima l'avesse avuto! XD), e decide di conquistare il mondo degli Shinigami tramite uno stratagemma! (Rieccolo! XD)
In vita voleva diventare Dio del Nuovo Mondo, mentre adesso Dio degli Shinigami! Megalomane anche dopo la morte! XD

Un capitolo molto divertente che consiglio a tutti i fan di leggere! :D

martedì 28 ottobre 2008

Death Note One Shot (capitolo 109)

Death Note one shot (cap 109)Esattamente un anno dopo l’uscita in Giappone dell'ultimo numero di Death Note (di cui vi avevo parlato qui), è stato pubblicato un capitolo speciale autoconclusivo, che è ambientato tre anni dopo la fine della storia principale. Potete leggerlo qui, ma leggetelo solo se avete finito il manga perché è pieno di spoiler! Lo stesso vale per il mio post!

[SPOILER!! SPOILER!! SPOILER!! SPOILER!!]

Trama: Sono passati 9 anni dalla morte di L e 3 anni dalla morte di Kira. Entrambe le loro morti non sono state rese pubbliche. Near continua a lavorare segretamente sotto il nome di L, mentre molta gente prega per il ritorno di Kira. Improvvisamente iniziano ad avvenire delle strane morti che riguardano tutti i malati dai 65 anni in su che desiderano la fine della propria vita. Da pochi piccoli casi, il fenomeno inizia a estendersi sempre di più a causa delle foto pubblicate su internet dai parenti stessi delle vittime. Per il modo in cui avvengono le morti non c'è dubbio che sulla Terra è apparso un altro Quaderno e ora la polizia è in cerca del nuovo Kira.

Death Note one shot (Near)

Questo mini-sequel di Death Note, al contrario di quello che si può pensare leggendo solo la trama, non parla della caccia all'ennesimo Kira, ma della crisi di identità di Near! È tutto un "devo pensare a come agirebbe L", e questa cosa inizialmente mi ha innervosita a tal punto da farmelo odiare, poi però, riflettendoci, ho pensato che è giusto che gli vengano tutti questi dubbi perché se sbaglia qualcosa non è lui ad andarci di mezzo, ma è il nome di L a venire infangato. Così, dopo tanti giorni di silenzio in cui tutti aspettano una sua mossa, finalmente Near prende la sua decisione e si comporta esattamente come farebbe l'L originale, ovvero: se ne stra-frega altamente!!! XD Questo perché si tratta di un caso troppo semplice per lui da non risultargli interessante e, di conseguenza, lascia tutto nelle mani della polizia! Il vero L avrebbe fatto esattamente la stessa cosa, infatti nel manga afferma spesso che quello del detective per lui, più che un lavoro, è un hobby, quindi accetta solo i casi che ritiene interessanti e che la polizia non riesce a risolvere senza il suo aiuto.

Death Note (L)

Questo capitolo non è niente di speciale, io l'ho trovato interessante solo perché si scopre come mai L ha scelto proprio Mello e Near come suoi eredi: perché hanno qualcosa di malvagio nel loro sguardo! XD L stesso si definisce malvagio e disonesto nel suo modo di risolvere i casi e ha scelto loro perché gli ricordano lui. Ecco spiegato perché sono le sue fotocopie spiccicate!
Altra e ultima cosa interessante in questo capitolo è vedere com'è cambiato il mondo degli Shinigami da quando Ryuk ha importato La Mela! XD Tutti gli Shinigami adesso scendono sulla Terra per poter mangiare frutta e usarla nel loro mondo come merce di scambio! XD
Il caso del "nuovo Kira" è solo un contorno a tutto questo e alla fine si conclude, banalmente, con il suicidio di quest'ultimo che, non reggendo il peso di tanti omicidi, finisce per scrivere il proprio nome sul Death Note.

lunedì 27 ottobre 2008

Rukia Kuchiki (Bleach)

RukiaMancano ancora 5 giorni, ma il mio cervello è già partito! Ormai non pensa ad altro se non al Lucca Comics (qui il resoconto dell’anno scorso)! Dall'euforia non riesco nemmeno a concentrarmi sullo studio e passo il tempo a fare liste delle cose da fare prima di partire e di quelle da fare lì... e tra una lista e l'altra mi è venuta voglia di dedicare un post al personaggio che ho scelto per il mio primissimo cosplay, ovvero Rukia di Bleach!

Come mai ho scelto lei? Quando ho deciso di fare cosplay qualcuno mi ha detto che per iniziare avrei dovuto scegliere qualcosa di semplice, ma soprattutto avrei dovuto scegliere un personaggio che amo. Vista la mia passione per Bleach e che la versione in divisa scolastica è semplicissima da fare, Rukia è stata la scelta più ovvia. Inoltre i miei amici (fumettaro compreso), sostengono che un po’ le somiglio e questo mi ha convinto ancora di più a scegliere lei! Ma conosciamola meglio:

Nome: Rukia Kuchiki (Il suo nome deriva da una parola che significa Luce, il mio è una preposizione articolata! –.-' XD)
Compleanno: 14 Gennaio (Io sono nata in Estate, precisamente il 28 Agosto.)
Altezza: 1,44 m (Ho capito che sono una nana, ma non così tanto! XD)
Peso: 33 Kg (Per fortuna non sono nemmeno magra!)
Occupazione: Shinigami della 13esima Divisione [Io faccio la Shinigami solo nel tempo libero! XD]
Nome Katana: Sode no Shirayuki (dovrebbe significare Lama di Neve Bianca. E' completamente bianca e ha un nastro dello stesso colore attaccato all'elsa. E' una delle più belle, ma anche più potenti spade che ci siano fra le 13 Divisioni). [Io non ho una spada... ma ho un gatto! XD Va bene lo stesso come arma, no? XD]
Parenti: Un fratello (strafigo *ç*) di nome Byakuya, anche lui uno Shinigami. (Io sono figlia unica.)
Carattere: Curiosa, Forte, Saggia e Coraggiosa.
Curiosità 1: Non sopporta gli abiti attillati (Io invece uso solo quelli!)
Curiosità 2: Le piace salire su luoghi alti (Qui siamo d'accordo! Io adoro i panorami che mozzano il fiato e osservare il mondo dall'alto! *_*)
Curiosità 3: Quando è sulla Terra dorme nell'armadio di Ichigo! (Se fossi in lei io dormirei con lui! XD)
Curiosità 4: Impara a parlare la lingua terrestre leggendo manga! (Piacerebbe anche a me imparare il giapponese così facilmente! XD)
Curiosità 5: Fra tutti i personaggi di Bleach, che sono infiniti, lei è stata la prima ad essere disegnata. All'inizio indossava una divisa scolastica completamente nera e aveva uno spadone enorme! Questo particolare fece decidere all'autore, Tite Kubo, di fare di lei una Shinigami e scrivere una storia con questi esseri soprannaturali.  È grazie a Rukia, quindi, che esiste Bleach! *__*

Questa invece è una piccola anteprima del mio costume!

BluVega (cosplay Rukia)

Un applauso alla mia sarta che è stata davvero bravissima! Io non sono capace di attaccare nemmeno un bottone, quindi senza di lei non avrei potuto fare questa esperienza, che per me è molto importante visto che da piccola non mi sono mai mascherata nemmeno per Carnevale! Tornata da Lucca sicuramente ve lo farò vedere indossato per bene! :)

BluVega (cosplay Rukia)

giovedì 23 ottobre 2008

Wall-E (Pixar)

Wall-E posterTrama: Superato il livello sopportabile di inquinamento, l'umanità decide di abbandonare la Terra e trasferirsi in una stazione spaziale, lasciando a dei robot chiamati WALL•E il compito di ripulire il pianeta e renderlo nuovamente abitabile. Il progetto purtroppo non va a buon fine e gli esseri umani sono costretti a rimanere nello spazio. 700 anni dopo si scopre che un robottino, l'unico rimasto in funzione, ha portato diligentemente avanti il suo compito per tutti quei secoli e che forse ha trovato come dare una speranza all’umanità.

Ogni anno attendo l'uscita del nuovo film Pixar con molta trepidazione. Ogni anno, puntualmente, il nuovo film Pixar mi piace così tanto che trovo difficile decidere quale sia il mio preferito! Toy Story? Alla Ricerca di Nemo? Ratatouille? Potrei nominarli tutti! Finora non ce n'è stato uno che mi abbia deluso! Sarà stato così anche per WALL•E?

Wall-E

Il film si apre con uno scenario che mette i brividi: il nostro pianeta è completamente coperto dai rifiuti, l'aria  sembra irrespirabile e il blu del cielo è scomparso. Si vedono rottami di robot ovunque e non c'è traccia di forme viventi. Ad un tratto però appare Wall•E, unico robottino rimasto attivo, che per secoli e secoli si è preso cura del pianeta. Wall•E però non ha trascorso tutti quegli anni solo a fare le pulizie: mosso  da un'infinita curiosità ha collezionato oggetti,  fatto amicizia con uno scarafaggio, imparato a memoria delle vecchie VHS e sognato di essere tenuto per mano. La prima parte del film è dedicata esclusivamente a lui e alla sua simpaticissima e tenerissima personalità. Le scene sono prive di dialogo, ma non annoiano affatto, anzi, sono molto poetiche ed emozionanti. Poi, all’improvviso, dallo spazio arriva una robottina di nome Eve, super all’avanguardia, e inizia la seconda parte, nella quale vediamo Wall•E perdutamente innamorato di lei che fa l'impossibile per conquistarla! :D

Wall-E e Eve

Eve però ha un'importantissima  e delicatissima missione da portare a termine e non si cura delle attenzioni di Wall-E. Qui mi fermo perché non voglio spoilerare, perciò se volete scoprirne di più vi consiglio di correre subito al cinema! Questo è un altro gioiellino della Pixar capace di regalare emozioni sia a grandi che a piccini: avventuroso, divertente, commovente, romantico e, cosa molto importante, fa riflettere sul modo in cui trattiamo il nostro pianeta.
Da come avrete intuito, a me è piaciuto molto. Adoro gli occhietti di Wall•E, la risata di Eve, e anche tutti gli altri robottini simpaticissimi che spuntano verso la fine del film! Insomma, già non vedo l'ora di rivederlo!

wall-e

giovedì 2 ottobre 2008

Bakuman, il nuovo manga dagli stessi autori di Death Note!

Bakuman vol 1Trama: Moritaka è un ragazzo di 14 anni che fin da piccolo ha dimostrato un grande talento per il disegno, grazie al quale ha vinto numerosi premi. Quello del disegno però per Moritaka è solo un hobby. Il ragazzo infatti, nonostante la sua giovane età, ha già pianificato il suo futuro: avere buoni voti per poter entrare in una buona scuola e poi ottenere un lavoro qualsiasi da impiegato. Un futuro noioso ma sicuro, che gli permetterà di non essere di peso per i suoi genitori. Un giorno si accorge di aver lasciato il suo quaderno di appunti (che contiene anche dei disegni) a scuola, e quando torna indietro per riprenderlo lo vede in mano all'alunno migliore dell'istituto e promettente scrittore, Takagi. Questi gli propone di diventare un autore di manga insieme a lui: Moritaka si occuperà dei disegni, mentre Takagi delle storie. Considerandolo un futuro incerto, Moritaka rifiuta senza pensarci su due volte. Ma Takagi è molto determinato a ottenere ciò che vuole! Riuscirà a fargli cambiare idea?

Bakuman è il nuovo manga di Takeshi Obata e Tsugumi Ohba, ovvero la stessa coppia di autori dietro quel capolavoro di Death Note!  Obata nella sua carriera ha disegnato per molti autori, quindi qualcuno potrebbe erroneamente pensare, ad esempio, che anche Blue Dragon (bleah!), sia frutto della stessa mente che ha creato Death Note, invece non è assolutamente così! La vera mente dietro Death Note è Tsugumi Ohba. Bakuman è il suo secondo manga, ma è anche la seconda volta che collabora con Obata, perché squadra vincente non si cambia!

Bakuman

Sebbene dall'incipit non sembri niente di entusiasmante, a me ha sorpreso, mi sta piacendo e lo trovo interessante, ma soprattutto molto divertente! Non ha niente a che vedere con il genere di Death Note, non è thriller, né giallo, né ci sono elementi sovrannaturali, è totalmente diverso: infatti è uno slice of life in cui i due protagonisti sono due ragazzi normalissimi che non hanno nessuna particolarità straordinaria, tranne per il fatto di possedere un grande talento artistico. Io ho iniziato a leggerlo con un po' di scetticismo, lo ammetto, però dopo le prime pagine ho subito cambiato idea e andando avanti la mia curiosità di sapere cosa avrebbero combinato quei due mattacchioni è aumentata! La cosa più interessante è scoprire come Moritaka si convincerà a diventare un mangaka! Se penso a quella scena rido ancora! XD Ma è anche bello vedere l'evolversi del loro rapporto d'amicizia man mano che lavorano sodo per realizzare i propri sogni.

Bakuman
Oltre al rapporto di amicizia fra i due protagonisti, che mi piace credere sia ispirato alla vera storia degli autori, Bakuman è interessante perché fa scoprire come funziona il mondo dei manga in Giappone: quello che può sembrare un lavoro semplice e divertente in realtà si rivela essere molto stressante, tra scadenze e regole molto rigide imposte dalla rivista per la quale si pubblica. Si viene a scoprire, ad esempio, che gli autori dei manga sono costretti a disegnare gli occhi grandi per non venire meno alla tradizione e che spesso, quando veniamo delusi da finali affrettati, senza capo né coda, è perché la loro opera ha perso popolarità ed è stata tagliata contro il loro volere. Chissà quanti manga, dunque, nella mente dei loro autori avrebbero dovuto concludersi diversamente, a noi sono arrivati “modificati”? Stesso problema vale anche al contrario, ci sono manga troppo famosi che vengono costretti ad andare avanti anche se la storia era stata inizialmente pensata per durare e concludersi in un certo modo. Insomma, tutto questo a me fa guardare il mondo dei manga in modo diverso: ora che so come funzionano veramente le cose, quando verrò delusa da un finale, non me la prenderò più con l’autore, ma con l’editore! XD

Bakuman

Per concludere consiglio di recuperare Bakuman se vi piacciono le storie slice of life, leggere e divertenti, che hanno personaggi ben caratterizzati a cui ci si affeziona subito, ma che hanno anche un pizzico di romanticismo nonostante siano rivolte principalmente ad un pubblico maschile (è uno shounen = manga per ragazzi), ma ve lo consiglio anche se siete fan degli autori di Death Note, perché anche qui dimostrano di essere una squadra affiatata, con una grande capacità nel raccontare storie!

bakuman charcaters

Curiosità: Nel primo capitolo, quando Moritaka torna a scuola per recuperare il quaderno e lo vede in mano a Takagi fa una faccia preoccupata, così lui gli dice: Perché quella faccia? Non è mica un Death Note!  XD

mercoledì 1 ottobre 2008

Death Note (vol.12), il gran finale!

Death Note (vol.12)Dopo ben 2 anni finalmente abbiamo scoperto come si conclude il manga di Death Note. Chi l’avrà spuntata? Prima di passare al mio commento volevo dire un attimo due cose sul doppiaggio italiano. Ho rivisto doppiato in italiano solo il primo episodio, episodio in cui appaiono solamente Light e Ryuk, quindi sulle altre voci non mi posso esprimere, ma sulle loro posso dire che preferisco quelle giapponesi. Non dico che le voci italiane siano brutte o recitino male, ma quelle giapponesi secondo me sono perfette! Soprattutto quella di Light. La voce italiana mi sembra un po' troppo da bambino innocente e noi sappiamo benissimo che non lo è! XD Ora passiamo al manga! Ho molte cose da dire, perciò preparatevi a leggere un post lunghissimo! E attenzione agli spoiler! Se non avete letto l’ultimo volume ripassate quando lo avrete fatto! Se avete visto le ultime puntate dell’anime, ma avete intenzione di recuperare anche il manga idem, perché fra i due ci sono differenze!

Death Note

SPOILER SPOILER SPOILER SPOILER SPOILER SPOILER SPOILER SPOILER!!!

Se state leggendo significa che sapete già come si conclude Death Note. Se invece non lo sapete non venite a lamentarvi con me perché avete scoperto che alla fine Light muore! Dunque, che dire? Innanzitutto che mi è piaciuto un sacco! Avevo sentito dire che la fine non fosse all'altezza del resto della serie, ma secondo me non è affatto così. Forse nell'anime un po' lo è, ma nel manga assolutamente no! Quel megalomane di Light non l'ho mai digerito e non vedevo l'ora che perdesse, invece, quando muore, mi sono addirittura commossa! La sua fine è davvero triste. A differenza di molti altri anime che hanno stravolto il manga dal quale erano tratti, quello di Death Note nel complesso è riuscito abbastanza bene: il Character Design è perfetto, l’animazione idem, la colonna sonora è bellissima e la storia è fedele, almeno fino alla morte di L. Da quel punto in poi tutto è più veloce, i ragionamenti sono quasi inesistenti e i nuovi personaggi vengono caratterizzati pochissimo. Mello e Near ad esempio sono entrambi interessanti, nell'anime invece perdono parecchio ed è un peccato. Nonostante siano in competizione per quanto riguarda la cattura di Kira, la loro voglia di vendicare la morte di L, al quale erano affezionati, è così grande che finiscono per unire le forze e aiutarsi a vicenda. Questo aspetto nell'anime spunta fuori solo nell'ultima puntata quando Mello sacrifica la sua stessa vita per aiutare Near. La parte peggiore purtroppo è proprio il finale! Sarebbe bastato far durare l'episodio un paio di minuti in più per renderlo uguale al manga e invece hanno rovinato tutto. Forse dire rovinato è un’esagerazione, ma secondo me non è giusto concludere la serie alla morte di Light senza far vedere quello che succede dopo! Death Note non è solamente la storia di Light! Che fine fanno gli altri personaggi? Morto Light non deve importarmene nulla? Il finale vero, se avete voglia di saperlo, è quello che sto per raccontarvi.

Death Note

Prima di tutto la morte di Light è molto più drammatica. Nell'anime lui approfitta del suicidio di Mikami per scappare via, dopodiché viene ucciso da Ryuk e muore senza accorgersi di nulla. Nel manga invece la sua morte è terribile! Appena capisce di non avere via di scampo inizia a delirare e dire cose assurde. Poi si mette ad urlare: "Ryuk, usa il quaderno! Scrivi i nomi di questa gente sul quaderno! Muoviti!" e lui gli risponde: "E sia.. usiamolo!". Gli altri, impauriti, si mettono a sparare (inutilmente) contro lo Shinigami e Light a cantare vittoria, ma subito dopo Ryuk volta il quaderno e gli mostra che invece ha scritto il suo nome. Nell'anime non si accorge di nulla, qui invece vede la morte in faccia! Terribile! Se già prima delirava, dopo perde definitivamente la ragione: "Ora piantala Ryuk! Non mi va di morire e non voglio andare nemmeno in carcere! Fa' qualcosa!" e lo Shinigami gli risponde che proprio lui che l'ha usato per tanto tempo dovrebbe sapere che una volta scritto il nome di una persona sul Death Note non c'è modo di tornare indietro. Insomma, nelle ultime pagine ci si ritrova con un Light irriconoscibile! Fa così pena che Ryuk capisce subito che la morte è la sua unica salvezza. E così Light muore di arresto cardiaco di fronte a Near e tutti gli altri, non da solo su una scala! Dopo la scena della sua morte seguono delle pagine completamente nere e poi su un'altra, sempre tutta nera, appare la scritta: "Prima o poi, tutti gli esseri umani muoiono. Dopo la morte vi è il nulla." Fa venire i brividi, eh? A me sono venuti sia quando l'ho letta la prima volta che ora che l'ho scritta! Brrrr! XD Dopo queste pagine segue un capitolo ambientato un anno dopo la morte di Light, nel quale si vede che Near, da legittimo erede, ha preso il posto di L e che tutti gli altri della squadra collaborano con lui. Nell'anime invece, quando Light scappa via, Near dice ad Aizawa di non seguirlo perché non arriverà lontano ferito com'è, e lui gli risponde "Near, non prendo ordini da te!". Ma non è vero perché invece collabora con lui!! Altra differenza riguarda Mikami: nell'anime si uccide di fronte a tutti, nel manga muore in carcere dopo dieci giorni di prigionia e la scena non si vede. Si vede solo Matsuda parlare di questo episodio con un altro agente della squadra mentre passeggiano per strada. Matsuda gli confessa di sospettare di Near, il quale, secondo lui, avrebbe manipolato Mikami tramite il quaderno per poter incastrare Light e che poi l'abbia ucciso. Se vi ricordate c'è una regola che dice che si può scrivere il nome della persona da uccidere e nello stesso tempo manipolarne la sorte per 23 giorni prima che muoia. Secondo Matsuda, quindi, Near si è servito di questo stratagemma per catturare Kira, ma nello stesso tempo si è macchiato le mani di sangue. La verità però non si scoprirà mai perché, immediatamente dopo la morte di Light, Near brucia tutti i quaderni (veri e falsi) di fronte agli altri. Nell'anime, quando Mikami si uccide, Matsuda fa un'espressione strana, ma chi vuoi che capisca che significa che sospetta di Near? Insomma, il manga ha un finale più completo: dà un senso alla morte di Mikami, fa riflettere sulla possibilità che Near abbia giocato sporco e non sia veramente onesto come era L, e fa vedere cosa succede anche agli altri personaggi.

Death Note

Ultima cosa prima di chiudere: in tutti questi mesi vi siete divertiti a leggere le mie teorie, ammettetelo! XD Ma quante ne ho azzeccato? Una? Pensavo che alla fine Mikami avrebbe tradito Light e l'avrebbe ucciso, invece gli è rimasto fedele (in effetti la mia teoria era troppo prevedibile! XD), ma comunque se Light è morto la colpa è ugualmente sua: se non avesse preso il quaderno vero, Near non si sarebbe accorto di avere una copia falsa! Mentre su Light che muore per mano di Ryuk ho indovinato! Olè! XD Anyway, questi post su Death Note mi è piaciuto tantissimo scriverli e mi mancheranno. Vi anticipo però che questo non sarà l'ultimo! Prossimamente pubblicherò un post sui capitoli extra.

Death Note

Se siete arrivati vivi fin qui senza aver saltato nemmeno una parola, avete tutta la mia ammirazione nonché la mia gratitudine. Fatemi sapere nei commenti cosa pensate voi del finale e se vi è piaciuto! Alla prossima! :)