mercoledì 11 giugno 2008

Toki wo Kakeru Shoujo

Il Tempo non aspetta Nessuno.

Trama: Makoto è una ragazza spensierata che, come tutti i suoi coetanei, è assolutamente indifferente allo scorrere del tempo.
Un giorno scopre improvvisamente di avere un potere particolare: quello di riuscire a tornare indietro nel passato. Decide quindi di usare questo potere a proprio vantaggio per divertirsi più tempo con gli amici, per mangiare più volte lo stesso dolce, per sfuggire da situazioni indesiderate, ecc... Ma influire sul corso degli eventi è molto pericoloso e Makoto se ne accorgerà presto.

Avevo previsto di pubblicare un altro post, ma ho appena finito di vedere questo film e dedicargli immediatamente una recensione è assolutamente d'obbligo!
Toki wo Kakeru Shoujo (La Ragazza che Saltava nel Tempo), è un film del 2006 dello Studio Madhouse, famoso per aver prodotto molti anime di successo (lista). Ispirato ad un romanzo dello scrittore giapponese Tsutsui Yasutaka, racconta le vicende di Makoto, una ragazzina che scopre di poter saltare indietro nel tempo. All'inizio sfrutterà questo potere a proprio piacimento e senza il minimo scrupolo, ma presto scoprirà una regola importantissima che vale fin dall'alba dei tempi: ad ogni azione corrisponde una reazione. Ci sono sempre delle conseguenze alle proprie azioni e così, ad ogni salto nel passato e ad ogni tentativo di rimediare ai suoi errori, seguiranno degli imprevisti che Makoto non aveva minimamente immaginato.
A tutti è capitato di desiderare di cambiare gli eventi del proprio passato, ma sono sicura che nessuno ha mai riflettuto che cambiare quegli eventi non significa necessariamente che le cose migliorino. Non c'è garanzia che cancellare un errore del passato ci faccia vivere meglio il futuro. Credo che la cosa migliore da fare sia solo quella di non pensare a ciò che è già stato, ma di concentrarsi sul presente e non commettere più gli stessi sbagli.
Avevo iniziato a vedere questo film qualche giorno fa, ma dopo 15 minuti mi ero subito annoiata e l'avevo stoppato. Forse perchè mi aspettavo fosse di un altro genere, o forse perchè non ero dell'umore adatto. Cmq stamattina ho voluto dargli un'altra possibilità e... l'ho trovato un capolavoro! Appena Makoto inizia a viaggiare nel tempo le emozioni crescono e il cuore batte sempre più forte. Quello che avviene durante lo scorrere del tempo è assolutamente imprevedibile, esattamente come nella vita reale. E il finale... il finale è perfetto! Poetico, emozionante e commovente. Dopo aver finito il film ho rivisto quella scena altre 10 volte! *___* Sono sempre stata convinta che la fine sia la parte più importante di  un film. Ci sono film bellissimi che deludono negli ultimi secondi facendo irrimediabilmente cambiare opinione su tutto il resto dell'opera. Oppure ci sono film che esplodono di bellezza solo alla fine. TokiKake (come viene affettuosamente chiamato in Giappone), secondo me non appartiene a nessuna delle due categorie: la qualità cresce man mano che il film va avanti e il finale è veramente degno di tutto il resto!
Avrete sicuramente capito che a me è piaciuto moltissimo e, ovviamente, non posso fare altro che consigliarvelo. Ma se non doveste fidarvi delle mie parole, allora fidatevi del fatto che ha vinto moltissimi premi importanti al Tokyo International Anime Fair del 2007 (Miglior Animazione, Miglior Regia, Miglior Storia Originale, Miglior Sceneggiatura, Miglior Character Design...), e che è stato paragonato ai capolavori del maestro Miyazaki. Io sono assolutamente d'accordo!



1 commento:

Grazie per aver letto il mio post e aver deciso di commentare! Per favore ricorda che dall'altra parte del monitor ci sono persone come te, perciò rispettane le opinioni anche se divergono dalle tue. Non spoilerare, ma se senti il bisogno di farlo, segnalalo! E ricorda di firmarti! I commenti anonimi finiranno nello spam e verranno cancellati. Grazie della visita! :)