domenica 24 febbraio 2008

The Diving Bell and the Butterfly (libro e film)

Let your Imagination set you Free…

The Diving Bell and the ButterflyTrama: Redattore capo della prestigiosa rivista francese "Elle", Jean-Dominique Bauby è colpito improvvisamente da quella che i medici chiamano "locked-in syndrome", un ictus che immobilizza il corpo lasciando lucida e perfettamente consapevole la mente. Una sindrome rara ed estremamente grave che lo getta in un coma profondo. Quando esce dal coma, Bauby può compiere un solo movimento: sbattere la palpebra dell'occhio sinistro. E con quell'unico, quasi impercettibile movimento, Bauby riesce a raccontare come il suo spirito abbia continuato a viaggiare e a sognare.

Lo Scafandro e la Farfalla è un film intenso e toccante, che può cambiare il proprio modo di vedere la vita. Si potrà mai compiere il più libero dei viaggi, come il volo di una farfalla, quando si è prigionieri addirittura del proprio corpo? A quanto pare la risposta è sì. Infatti questo film è tratto da una storia vera e Jean-Dominique Bauby ci insegna che tutto è possibile: anche quando non si può più parlare e i più semplici movimenti ci sono negati,  si può continuare a vivere e ad apprezzare la vita come mai prima di allora.

The Diving Bell and the Butterfly

Di solito evito i film troppo drammatici, ma questo non lo è, come si potrebbe erroneamente pensare leggendo solo la trama, anzi, sono contenta di averlo visto perché fa davvero bene all’anima! A me è piaciuto moltissimo, così tanto che ho subito comprato e letto l'omonimo libro. A parte la profonda poesia, le cose che ho apprezzato di più sono state la voce fuori campo (che sarebbe quella di Bauby), e la splendida colonna sonora, dove guarda un po' che sorpresa!, ci sono anche gli U2 con una delle loro canzoni che amo di più! La canzone in questione è Ultraviolet (Light my Way) e potete ascoltarne una versione dal vivo qui.

Questo invece è il trailer del film:



"Ho appena scoperto che, a parte il mio occhio, ho altre due cose che non sono paralizzate: la mia immaginazione e la mia memoria."

"Il mio scafandro la porterà con me in fondo all'oceano."
"Per me è lo stesso se mi porta con lei in fondo all'oceano, perché lei è anche la mia farfalla."

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver letto il mio post e aver deciso di commentare! Per favore ricorda che dall'altra parte del monitor ci sono persone come te, perciò rispettane le opinioni anche se divergono dalle tue. Non spoilerare, ma se senti il bisogno di farlo, segnalalo! E ricorda di firmarti! I commenti anonimi finiranno nello spam e verranno cancellati. Grazie della visita! :)