giovedì 15 novembre 2007

Blood Alone (Masayuki Takano)

Se i fiori di ciliegio sono così belli, è perché la loro vita dura pochi, inestimabili istanti.
Malgrado la loro bellezza, se vivessero più a lungo, non li si guarderebbe più con gli stessi occhi.
[Misaki - Blood Alone vol.3]

Blood Alone  -coverTrama: La piccola Misaki, malgrado la sua apparenza dolce e fragile, e la sua grande timidezza, è in realtà un vampiro. Misaki vive insieme a Kuroe, un giovane scrittore del quale è segretamente innamorata. Nel passato di ciascuno dei due aleggia un tragico avvenimento, e un nemico soprannaturale che li accomuna.

Questo è l'unico manga che ho acquistato allo scorso Lucca Comics e che mi ha fatto compagnia in albergo, prima che spegnessi la luce sul giorno appena trascorso..
La storia è un alternarsi di scene d'azione e scene di pura quotidianità, le quali fanno scorrere  la trama con lentezza, ma senza rendere la lettura noiosa. Al centro di tutto c'è la piccola Misaki, la quale ha una caratterizzazione e un'introspezione studiate con grandissima cura. Tutte le sue emozioni, infatti, passano dal foglio direttamente al nostro cuore. Ed è proprio questo aspetto, secondo me, a rendere interessante la lettura di questo manga. Si percepiscono la sua dolcezza, le sue paure, il suo grande amore per Kuroe e la sua gelosia quando lui si avvicina ad altre donne.
Anche l'aspetto psicologico di Kuroe è ben caratterizzato. Attorno al suo personaggio aleggia un po’ di mistero: non si sa nulla del suo passato e non è molto chiaro come abbia acquisito i poteri che gli permettono di combattere facilmente contro i vampiri. Inoltre ancora non si capisce quali siano i suoi sentimenti nei confronti di Misaki. Il suo attaccamento è evidente, ma non è chiaro se sia amore o altro. La vede come una ragazzina, perciò si ha più la sensazione che sia amore fraterno e che lui voglia proteggerla come non è riuscito a fare con la sua vera sorellina (morta assassinata). Se è così, prevedo una storia molto triste. Misaki è un vampiro e non può crescere. Vivere in eterno sempre con lo stesso aspetto ed essere innamorata di un uomo, che nonostante la tua età ti vede sempre e solo come una bambina... cosa c'è di più straziante? ç__ç Da questo punto di vista il suo personaggio mi ricorda Claudia di Intervista col Vampiro, interpretata da una giovanissima Kirsten Dunst:

kirsten-dunst-intervista-col-vampiro

Infine, ad avermi fatto apprezzare ancora di più questo manga sono stati gli elegantissimi disegni e la trovata dell'autore di usare pagine nere per le scene che si svolgono di notte e bianche per quelle ambientate di giorno. Davvero originale non trovate?

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver letto il mio post e aver deciso di commentare! Per favore ricorda che dall'altra parte del monitor ci sono persone come te, perciò rispettane le opinioni anche se divergono dalle tue. Non spoilerare, ma se senti il bisogno di farlo, segnalalo! E ricorda di firmarti! I commenti anonimi finiranno nello spam e verranno cancellati. Grazie della visita! :)