domenica 21 ottobre 2007

Howl's Moving Castle

Dopo aver espresso la mia infinita ammirazione per la Disney (in questo post), mi sembrava doveroso esprimere anche quella per lo Studio Ghibli, famosa casa di produzione di film d'animazione giapponese. A differenza di quelli marchiati Disney, i film dello Studio Ghibli sono più.. come dire.. raffinati, per un pubblico più ristretto e selezionato. Sono come i film d'autore, che non tutti riescono ad apprezzare, soprattutto se li si guarda con superficialità, se li si guarda solo con gli occhi e non con il cuore.
I film dello Studio Ghibli sono arte in movimento, pieni di metafore nascoste fra le bellissime immagini. Noi occidentali siamo abituati a spiegare tutto razionalmente; gli orientali, invece, sono abituati a sentire e percepire quello che li circonda come se tutto vivesse, esprimendo i loro sentimenti attraverso simboli e immagini. Per questo non bisogna meravigliarsi se alcune cose sembrano inspiegabili. All'inizio, infatti, se è la prima volta che ci si trova di fronte uno di questi film, si potrebbe rimanere un pò disorientati, ma basta prestare leggermente più attenzione per venire sorpresi da tutti quei significati nascosti che prima ci erano sfuggiti e che ci faranno sicuramente appassionare a questo stile di raccontare davvero unico e inimitabile.
Devo ammettere che a me piacciono veramente tutti i film prodotti dallo Studio Ghibli, ma quelli che preferisco di più sono senza dubbio quelli del regista Hayao Miyazaki, il quale affronta temi molto importanti come il pacifismo o l'ecologismo, attraverso storie fantasy piene di magia e di poesia. Per citarne alcuni: Nausicaa dalla Valle del Vento, La Principessa Mononoke, La Città Incantata (OSCAR Miglior Film d'Animazione nel 2001), e Il Castello Errante di Howl. Ed è proprio di quest'ultimo che ora vi parlerò, perchè fra tutti è il mio preferito!



Trama: Sophie è una ragazza molto timida che lavora nel negozio di cappelli del suo defunto padre. Le sue giornate trascorrono tranquille e soprattutto monotone, finchè un giorno, la Strega delle Lande, per niente soddisfatta dei suoi cappelli, la trasforma in una vecchietta. E' allora che Sophie dovrà farsi coraggio e affrontare numerose avventure per ritrovare la giovinezza perduta, avventure che la porteranno ad incontrare il Mago "Senza Cuore" Howl e molti altri personaggi simpatici e bizzarri.

ADORO QUESTO FILM!!! E' una bellissima parabola sulla giovinezza e la vecchiaia, sulla pace e la guerra, sul bene e sul male, e ovviamente anche sull'amore. Mi è piaciuto così tanto che, poco tempo fa, ho letto anche il libro di Diana Wynne Jones da cui il regista Miyazaki si è liberamente ispirato. Ho detto "ispirato" perchè la storia è diversa da quella del film, però è ugualmente bellissima e molto originale. E poi vogliamo parlare di Howl? *Q* Lui è uno di quei personaggi che ti entrano nel cuore con l'intenzione di restarci per sempre. Bellissimo, affascinante, irresistibile, egocentrico, capriccioso, testardo, fifone e senza cuore! Howl "Senza Cuore" che mangia il cuore delle fanciulle, che le fa innamorare di lui per poi sparire! Howl "Senza Cuore" che allo stesso tempo ha un cuore insopportabilmente dolce... Ma chi è Howl? E perchè tutti dicono che è senza cuore? Non vi va di scoprirlo?

"Tu, colui che catturò una stella cadente,
Oh, uomo senz'anima,
il tuo cuore mi appartiene."

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver letto il mio post e aver deciso di commentare! Per favore ricorda che dall'altra parte del monitor ci sono persone come te, perciò rispettane le opinioni anche se divergono dalle tue. Non spoilerare, ma se senti il bisogno di farlo, segnalalo! E ricorda di firmarti! I commenti anonimi finiranno nello spam e verranno cancellati. Grazie della visita! :)